Serramenti esterni


Il PVC, polivinilcloruro, è un polimero di sintesi termoplastico, amorfo, che si prepara dal cloruro di vinile. Il cloruro di vinile è ottenuto per sintesi da etilene, derivato dal petrolio e dal cloro, ottenuto dal cloruro sodico (sale marino) per elettrolisi.

– PVC rigido, esente da plastificanti: elevata resistenza superficiale ed elevata rigidità, viene utilizzato per tubazioni, profilati per serramenti;
– PVC plastificato, contenente plastificanti: materiale flessibile utilizzato come film, guarnizioni, espansi, lastre, rivestimenti di cavi elettrici…
Il profilato per serramenti è realizzato con mescola in PVC rigido ed i componenti sono:

  • le resine di PVC;
  • gli antiurtizzanti;
  • gli stabilizzanti;
  • il biossido di titanio.

La messa a punto di una mescola viene eseguita in funzione delle prestazioni richieste tenendo conto della durabilità, o resistenza all’invecchiamento, che viene influenzata dalle condizioni climatiche; climi di Paesi mediterranei presentano con dizioni più severe rispetto a quelle dei climi dei Paesi del Nord Europa.
Il profilo può essere composto da un materiale di tipo rigido normale o di tipo rigido antiurtizzato, che ha una maggiore resistenza agli urti, soprattutto alle basse temperature, e viene impiegato nei Paesi dell’Europa continentale.
La rispondenza meccanica della finestra comporta il controllo dei sistemi di chiusura/apertura e ribaltamento: la ferramenta (maniglie, cerniere) deve essere antiefrazione su tutti i lati e deve essere fissata su almeno due pareti del profilo ed eventualmente su rinforzi metallici interni.
Il potere fonoisolante è la proprietà di ostacolare la trasmissione di energia sonora di un divisorio fra due ambienti, viene espresso in decibel (db) e dipende dalla natura del materiale, dalla tecnologia di assemblaggio dei profili, dalle guarnizioni, dal tipo di fissaggio alla muratura…
Il territorio viene suddiviso in zone in relazione al clima di rumore:

  • entro 65 db;
  • tra 65 e 70 db;
  • tra 70 e 75 db;
  • oltre 75 db.

 

I materiali metallici, essendo più rigidi, trasmettono meglio il rumore rispetto al legno o al PVC, che presentano moduli elastici inferiori; il legno varia di comportamento a seconda del tipo di essenza di cui è costituito.

* Finestra senza tenuta e vetratura semplice: 25 db;
– finestra con doppio vetro, guarnizioni addizionali e vetratura di medio spessore: 30 db;
– cristallo spessore 3 mm: 25 db;
– cristallo spessore 6 mm: 30 db;
– cristallo spessore 12 mm: 35 db;
– parete di mattoni spessore 16 cm con intonaco: 40 db;
– parete in cls spessore 18 cm: 50 db. *

Il PVC è un materiale autoestinguente, che non propaga la fiamma in presenza di incendio.
Il PVC ha resistenza d’angolo, non si piega.
Gli agenti atmosferici, ovvero le influenze esercitate dalla luce (visibile e invisibile), dalla temperatura, dall’umidità e dalle sostanze presenti nell’aria, non riescono a corrodere né il materiale, né il colore e né la funzionalità delle finestre. Si nota un lieve scolorimento delle superfici dopo un’esposizione di 25 anni. Qualora si verificasse necessario risanare i profilati in PVC, essi possono essere rivestiti con adeguati sistemi messi a disposizione da svariati fabbricanti di prodotti vernicianti, pellicole.

Requisiti per la posa in opera:

  • progetto dell’edificio e dell’abaco dei serramenti e loro corrispondenza;
  • possibilità di accesso ai vari piani;
  • eventuale disponibilità di impalcature esterne;
  • eventuale disponibilità di mezzi di sollevamento;
  • tipo, forma e posizione di bancali esterni ed interni;
  • tipo di finitura della muratura;
  • tipo e caratteristiche dell’eventuale cassonetto, della persiana avvolgibile o della persiana tradizionale;
  • tipo dei vetri;
  • tipo e senso di apertura delle finestre;
  • tipo di fissaggio delle finestre alla muratura;
  • disposizioni particolari di posa in relazione ad alti gradi di isolamento acustico;
  • disposizioni particolari di posa in relazione ad alti prevedibili valori di dilatazione termica.

 

L’ancoraggio dei serramenti alla muratura è influenzato da questa e può essere:

  • su muro mozzo, senza mazzetta, grezzo;
  • su muro con mazzetta, finito;
  • su falso telaio;
  • su falso telaio preesistente.

 

L’ancoraggio è realizzabile:

  • con zanche, controtelaio, metalliche a fissare o a murare;
  • con tasselli a espansione;
  • su falso telaio, con apposite viti;
  • su falso telaio preesistente, operando sia “in luce” sia “in appoggio”.

 

* Elementi di finestra molto grandi comprendenti parti fisse e apribili e finestre a nastro, in alcune parti sono apribili e in altre sono fisse, hanno la necessità di dover dividere i grandi elementi in elementi parziali, da accoppiare attraverso giunzioni che consentano ampi, movimenti e necessitano di piantoni. *

Cromatismo: il colore bianco offre la migliore garanzia della tenuta del colore nel tempo e assicura le minori temperature superficiali in caso di prolungata esposizione all’irraggiamento solare; i profilati di tonalità scura assicurano buoni risultati grazie ai continui perfezionamenti raggiunti nella stabilizzazione del PVC e nella produzione dei pigmenti; le gamme cromatiche si riducono molto, indipendentemente dal materiale, se si considera la resistenza nel tempo dei toni , di colore e della brillantezza superficiale; hanno scarsa resistenza l’azzurro, il rosso e il giallo. Queste limitazioni sono state superate con metodi che impiegano un sottile rivestimento esterno della materia prima oppure tramite verniciatura, che può riguardare sia i profilati sia il serramento già assemblato. *